Skip to main content

Invita i tuoi amici e guadagna.💰

Scopri di più
iMusician logo
Artisti in evidenza
  • Artista del mese

Release della Settimana: Hugo Kant

  • 28 luglio 2021, mercoledì
Hugo Kant Release of the Week iMusician

Trip-hop, jazz, groove, hip-hop, electro, world, classica: sono tutti generi che il polistrumentista Hugo Kant mescola per creare una musica dinamica, coerente ed emozionante. Abbiamo fatto due chiacchiere con Hugo questa settimana, fresco di pubblicazione del suo ultimo singolo "Now That's All Changed", per scoprire cosa sta dietro il suo processo creativo, condividere suggerimenti e consigli per gli aspiranti produttori e parlare del suo percorso con le piattaforme di streaming.

Com'è nato il tuo progetto musicale?

Per il progetto Hugo Kant tutto è iniziato intorno al 2010 quando ho finalmente deciso che era il momento per me di comporre più musica e di entrare nella scena musicale come produttore.

Per molto tempo sono stato coinvolto solo come membro di gruppi, nonostante sapessi comporre, registrare e mixare musica da solo. Avevo una formazione classica in pianoforte e chitarra e ho imparato da solo a suonare un sacco di altri strumenti come la batteria, le percussioni, il flauto, il clarinetto e il flicorno ed ero appassionato di tutto ciò che riguardava il computer, quindi avevo il bagaglio necessario per iniziare questo progetto musicale.

Cosa puoi dirci delle tue ispirazioni e del processo creativo dietro il tuo nuovo singolo "Now That's All Changed"?

Alcuni mesi dopo aver finalizzato il mio ultimo album "Far From Home", sono andato nella mia cartella "bozze" dove tengo molte tracce non finite, idee di tutti i tipi e ho riscoperto una breve traccia che ho fatto dove c'erano per lo più solo un espediente di kalimba, qualche batteria e accordi di corno. Quando l'ho riascoltata ho voluto immediatamente finire questa traccia perché mi piaceva molto l'atmosfera che stava creando. Poi ho continuato il lavoro regolare di trovare e registrare altri elementi da aggiungere, trovare la struttura giusta, ecc. Ero già nella tematica "spazio" nei miei due album precedenti e al momento di lavorarci, stavamo sentendo le notizie e i suoni della missione Perseverance su Marte. Così ho pensato perché non andare su Marte per questa traccia prima di tornare a casa per le prossime uscite! È stato allora che ho trovato il campione audio perfetto per questo: "Prima di allora potevamo solo immaginare come fosse Marte, e molte persone lo facevano. Ma ora tutto questo è cambiato".

Ho anche deciso di non optare per una lunghezza radio-compatibile per questa traccia e ho pensato che 8m45s fossero più adatti a rappresentare questo viaggio!


Hugo Kant Now That's All Changed

Stavi ascoltando qualcosa in particolare nle periodo in cui hai composto il pezzo?

Non ricordo di aver ascoltato una traccia o una musica particolare in quel periodo. Quando mi concentro sulla composizione di un brano di solito mi sveglio la mattina e mi metto subito al lavoro finché non sono stanco e ho bisogno di una pausa.

Poi, i giorni liberi li passo ascoltando le ultime uscite o le raccomandazioni su Spotify e anche alcune raccomandazioni di amici DJ su Facebook. Metto le tracce che mi piacciono in playlist private o nella mia playlist pubblica se si adatta al genere.

Per te, qual è la cosa più importante del pubblicare musica in modo indipendente?


Quando ho prodotto il primo album avevo in mente di contattare alcune etichette che conosco, ma con un nuovo progetto e nessun seguito non ha funzionato. Così abbiamo deciso di pubblicarlo per conto nostro e 10 anni dopo sono davvero felice di averlo fatto.

Possiamo pubblicare le cose con i nostri tempi e teniamo il 100% delle entrate. Abbiamo anche il controllo su come viene fatta la promozione delle uscite, facendo scelte basate sull'etica.
Hugo Kant in Studio

Puoi raccontarci un po' del tuo percorso sulle piattaforme di streaming e download?

Nel 2011, quando ho iniziato, SoundCloud era la piattaforma di streaming su cui dovevi essere. C'erano un sacco di artisti e nuovi ascoltatori che la usavano, così mi sono concentrato su quella per un po' di tempo e ho avuto modo di conoscere tanti altri produttori, partendo dal commentare la musica degli artisti. Ciò che era fantastico di SoundCloud era la dashboard completamente personalizzabile e il sistema dei gruppi in cui potevi presentare i brani a un gruppo specifico e lasciare che i moderatori scegliessero se accettare o meno i brani. Poi hanno scelto di rinnovare completamente il sito web, rimuovendo molte delle caratteristiche che amavamo. Fortunatamente nel frattempo sono apprse Spotify e le altre piattaforme e hanno iniziato ad attirare sempre più l'attenzione dei fan.

Visto che pubblichi musica da oltre un decennio, quali consigli daresti ai produttori che hanno appena iniziato?

Non è facile quando si inizia, perché c'è così tanta nuova musica che viene pubblicata in continuazione che è difficile essere ascoltati. La prima e più importante cosa per me è avere una chiara comprensione di quello che è il tuo progetto e puntare alla massima qualità, in modo da emergere nel tuo genere. Dalla composizione al mixaggio e al mastering devi metterci tutta l'attenzione possibile. Quando qualcuno ascolta la musica, se vuole riascoltarla o parlarne ad un amico, sai che hai fatto metà del lavoro per la promozione. Quindi quello che abbiamo fatto all'inizio, quando non avevamo il passaparola e nessun budget, è stato spendere un sacco di tempo alla ricerca di blog, stazioni radio, programmi radio specifici che sapevamo in base a quello che avevano suonato prima che gli sarebbe piaciuta la musica che avevamo proposto. L'invio di un messaggio personalizzato ad ognuno di loro attraverso il loro mezzo preferito, posta, modulo online, CD promozionale ha portato ad una percentuale molto alta di feedback positivi, il che alza molto la motivazione!

Inoltre, come artista, quello che penso sia davvero importante è essere ben inseriti all'interno della propria scena. Questo significa ascoltare le produzioni degli altri, condividerle quando ti piacciono, fare collaorazioni o remix, fare mix o costruire playlist in quel particolare genere.

A cosa stai lavorando in questo momento / quali progetti ti aspettano nel 2021?

Sto sempre lavorando per migliorare il mio live set, amo salire sul palco e sentirmi sicuro di quello che voglio proporre al pubblico. Nei prossimi mesi, lavorerò alle produzioni per un LP con "Silomé". Lavorerò anche su collaborazioni con altri tre produttori, forse un remix, e naturalmente dopo inizierò a lavorare per il mio quinto album! Non vedo l'ora :)

Porta la tua musica sulle principali piattaforme di streaming e download

Unisciti ad iMusician, come Hugo Kant e oltre 200.000 artisti indipendenti

Condividi questo articolo su
Segui l'artista su
Newsletter iMusician

Resta aggiornato

Rimani aggiornato su tutte le ultime notizie, tendenze, consigli, trucchi sul mondo della musica. Tutto ciò di cui hai bisogno per far crescere la tua carriera musicale direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Loading...