Skip to main content

*NOVITÀ* Pubblicare musica non è mai stato così semplice 🎵

Fai ascoltare la tua musica!
iMusician logo
Tutti i blog post

Booking DIY: Come ottenere la tua prima gig

Condividi questo articolo su
Microfono sul palco sfondo colorato

Esibirsi live e finalmente mostrare al pubblico quello che si è prodotto in ore, giorni, mesi, anni di lungo lavoro in studio o in sala prove è certamente uno degli scopi principali del fare musica. Non solo. L'esibizione live può essere considerata al giorno d'oggi la fonte primaria di guadagno di un artista.Certo non é facile trasformare in realtà il sogno di esibirsi su un palco. I motivi sono tanti, il principale é la concorrenza sfrenata: ci sono tanti musicisti talentuosi che meriterebbero di suonare davanti ad un pubblico ma poche location a disposizione.

Prima di attirare l'attenzione di un booker professionista, sarai tu musicista indipendente, anche controvoglia, a dover contattare gli organizzatori e improvvisarti booker. Di seguito darò alcuni consigli pragmatici per ottenere la tanto agognata prima gig ed evitare errori da principianti.

Come selezionare la location o l'organizzatore che fa al caso tuo.

La prima domanda importante che ci si deve porre é: dove voglio e posso suonare? Normalmente la scelta ricade sulla città dove si abita ed è bene che sia così. Il motivo principale è la conoscenza della scena, il network che si ha in una determinata città e il fatto che gli amici potranno venire a supportarti.Non è importante che la location sia grande, ricorda è la tua prima gig e presumibilmente attirerai un pubblico esiguo. Se sei una persona simpatica probabilmente attirerai un pubblico discreto. Ricerca pertanto una location piccola ma che abbia un programma di qualità, usando gli strumenti a tua disposizione: il web, la tua conoscenza della mappa dei locali e i tuoi contatti.

A chi scrivere?

Come sapere a chi rivolgersi? Nel malaugurato caso che fra i tuoi contatti non ci sia neanche un amico di un amico che lavori come organizzatore, dovrai ricercare la persona a cui mandare la tua candidatura in modo autonomo. Ci sono tanti modi. Se sei fortunato sul sito web della location troverai un contatto dedicato al booking, l'importante è che non inizi con info@ , queste caselle di posta sono dimenticatoi, posti dove si guarda di rado.

Puoi altrimenti affidarti ai social media, facebook è una fonte inesauribile di contatti e viene usato sempre di più per lavoro. Naviga sulla pagina fan del locale, sul menù di sinistra troverai la sezione 'Eventi', clicca sull'evento e accanto alla data troverai il campo 'Organizzato da'. Aggiungi quella persona o quell'organizzazione o prova a trovare un'indirizzo email sul web. Non dimenticare di dare uno sguardo anche su Linkedin.

Puoi anche andare di persona alla location e spiegare le tue intenzioni, perchè no? Ci sono organizzatori che apprezzeranno!

Come presentarsi all'organizzatore. Il tempo è denaro!

Sei finalmente in possesso del contatto dell'organizzatore e devi preparare l'email da inviargli. Si potrebbero dire tante cose su questo punto, mi limiterò a sintetizzare l'essenziale e rimando l'approfondimento a un ulteriore articolo. Cerca di non dilungarti, basta 1 frase sul perché vuoi suonare in quel luogo, 3 righe di biografia e 3 link che rappresentino il tuo lavoro. Non farei mancare un video che mostri il tuo live, un link all'ultima uscita discografica e un link alla pagina soundcloud, dove sarà possibile ascoltare le altre produzioni e farsi un'idea più precisa. Se hai una pagina facebook curata e viva, invia anche quella.L'organizzatore è una persona mediamente stressata, con poco tempo a disposizione, una casella di email sempre piena e tanta passione per la musica. Quindi non dilungarti e vai al sodo: la musica.

Come negoziare e definire il cachet per la tua prima gig

Ottieni una risposta alla tua email, l’organizzatore è interessato! Cosa fare a questo punto? Una volta richiesta la disponibilità e trovata una data comincia il processo di negoziazione. Una buona regola è far parlare l'altro, ponendo alcune domande chiave (o anche solo una parte) che riassumo qui sotto:

- CAPACITA: è importante sapere quanto grande è la location, potrai moltiplicare la capacità per il costo del biglietto e ottenere un indicazione dell'incasso della serata- NUMERO DEI FLOOR e CAPACITà: Quanti floor ci sono? Dove suonerai esattamente? Evitiamo brutte sorprese, i locali hanno spesso un main floor e un 'B floor'.- AZIENDA PROMOTRICE: Si tratta di un organizzatore privato o di un associazione? E' utile sapere con chi stai parlando.- SPONSOR: L'evento è sponsorizzato, se lo è vale la pena provare a chiedere un cachet un po' più alto.- COSTO DEL BIGLIETTO: Il costo del biglietto ti aiuta a capire l'incasso ma non scordare di sottrarre i costi relativi all'evento- OFFERTA / BUDGET: A questa domanda non sempre riceverai risposta ma è molto utile per orientarti e capire a cosa puoi puntare- L'ORARIO PERFORMANCE: Quando suonerai e per quanto.- CONTATTO: Richiedi sempre un numero di telefono dove puoi rintracciare l'organizzatore.- ALTRE BAND CHE PERFORMERANNO ALL'EVENTO: Ti aiuta a capire in che contesto suonerai e avere un'idea ancora più precisa di come viene ripartito il budget dell'evento.

Quando sarai in possesso di queste informazioni potrai decidere per quanto denaro vorrai suonare e fare arrivare la tua offerta all'organizzatore. L'obiettivo comunque è quello di suonare: non essere troppo rigido e cerca di mettere il colpo a segno. Buona fortuna!

Subscribe

Newsletter

Grazie per aver letto il post ! Iscriviti alla newsletter per essere certo di non perdere i nostril articoli.Email

Condividi questo articolo su
Newsletter iMusician

Tutto ciò che ti serve.
In un solo posto.

I nostri consigli per avere successo nel mondo della musica, offerte speciali e le ultime novità da parte di iMusician direttamente nella tua casella di posta! Tutto ciò di cui hai bisogno per coltivare la tua carriera musicale.

Loading...