Skip to main content

Prova ora Artist Page gratuitamente! 💅

Scopri di più qui
iMusician logo
Tutti i blog post

Cosa fare e cosa non fare sui social media: la guida per il musicista

  • 13 aprile 2017, giovedì
Condividi questo articolo su
Do & Don't Social Media Cover

Quando si parla di social media per i musicisti esistono una strada giusta e una strada sbagliata. Il mito secondo cui i social media sono il vostro sportello unico per il successo è ben lontano dalla realtà. Avere successo sui social media significa essere furbi e saper promuovere la propria musica nel modo giusto. Che si tratti di Facebook, Instagram o Twitter, ecco a voi la guida per i musicisti su cosa fare e cosa non fare sui social media.

Memorizzatela e osservate la forza del vostro seguito crescere.

Cosa fare: raccontate la vostra storia

Condividete la vostra vita oltre che la vostra musica. Poco importa se si tratta dei vostri tour, delle registrazioni in studio, delle feste a cui partecipate o persino di cosa mangiate, i vostri profili social media dovrebbero permettere ai vostri fan di sbirciare nella vostra vita quotidiana. Chi produce musica ha una vita fantastica. E chi non vorrebbe guardare cose fantastiche per tutto il giorno? I video professionali delle vostre esibizioni live vanno bene. Ma è ciò che accade dietro le scene della produzione musicale che le persone vogliono davvero vedere. Usate i vostri profili social media per dare a tutti un pass per il backstage.

Cosa non fare: spammare

Non spammate mai il vostro pubblico con centinaia di ambigue tattiche di auto-promozione e fastidiosi post "compra la mia musica". Ce ne sono già a sufficienza. Potreste notare un aumento delle visite nel breve termine, ma la fiducia a lungo termine nei vostri confronti comincerà lentamente a scemare fino a quando non vi ritroverete ad essere gli unici abitanti dell'isola dello spam.

Cosa fare: aggiungete il fattore sociale al vostro profilo social

Gli altri musicisti della vostra nicchia non sono dei nemici. Fanno parte della comunità di cui voi in primis fate parte. Quindi seguiteli e fatevi coinvolgere in conversazioni. Si tratta di un grande primo passo per pianificare spettacoli, eventi oppure tour. Se vedete che una band nella vostra comunità suonerà live andate a vederla! Create contatti nella vita reale e fate in modo che le cose succedano. Se supportate i musicisti della vostra nicchia, loro vi supporteranno a loro volta. Costruite la scena di cui volete essere parte.

Cosa non fare: comprare i followers

Mantenete il vostro pubblico organico. Certo, avere un mucchio di followers è una cosa all'apparenza fantastica. Ma quando postate qualcosa e i vostri 40000 followers vi mettono solo due like, le persone scoprono l'inganno piuttosto rapidamente. Comprare followers penalizzerà il vostro brand nel lungo periodo. Mantenete i vostri followers reali e proteggete il vostro brand in ogni modo possibile.

Cosa fare: seguite di rimando

Se qualcuno si è preso il tempo di seguire il vostro account, è probabile che sia incappato nel vostro profilo e che sia interessato alla vostra musica o al vostro brand. Date un'occhiata ai profili di coloro che vi seguono e, purché non sembrino spammers, seguiteli a vostra volta. È semplice educazione.

Cosa non fare: avere centinaia di nomi diversi

I nomi divertenti per gli account sono fantastici. Ma se siete dei musicisti rendono difficile rintracciarvi. Date al vostro account un nome in base al vostro progetto. Se quel particolare username è già in uso cercatene uno il più simile possibile. Se un potenziale fan non riesce a trovarvi rimarrà per sempre tale.

Cosa fare: collegate i vostri account

Se postate su Instagram condividete il post su Facebook. Se postate su Facebook linkate il post in un tweet. Accertatevi che il vostro pubblico riesca sempre a trovarvi quando vuole. In questo modo i vostri post saranno di interesse per tutto il pubblico. Ricevere maggiore attenzione con meno lavoro. Scommetto che non vi capita molto spesso.

Cosa non fare: mandare messaggi privati ai tastemakers affinché "guardino il vostro profilo SoundCloud"

Se volete che qualcuno vi ascolti siate i primi ad avviare la conversazione. I bloggers, gli organi di stampa e le etichette discografiche ricevono la richiesta standard "ascolta il mio SoundCloud" di continuo. Ma la verità è che spesso non lo fanno. Siate educati prima di obbligare qualcuno ad ascoltare la vostra musica. Fate domande sulla loro etichetta, raccomandate un articolo che hanno scritto o dite loro che cosa vi piace di ciò che hanno pubblicato. Fate ricerca e mostratevi interessati. Se a qualcuno piace ciò che avete da dire, c'è maggiore probabilità che ascolti la vostra musica.

Cosa fare: spendete voi stessi dei soldi nel marketing

Ci sono una miriade di modi per spendere pochi soldi al fine di estendere il vostro target. Persino cento dollari possono fare la differenza. Mettete in evidenza un post su Facebook, assumete un fotografo per scattare delle foto professionali, oppure approfittate dei servizi di masterizzazione musicale per far risaltare la vostra musica sulle piattaforme di streaming. Poco importa cosa fate, investite nel duro lavoro. A lungo andare vi ripagherà.

Cosa non fare: lasciare che qualcuno prenda il vostro posto

È semplice: postate contenuti di vostra proprietà. Non avete bisogno di un manager di social media, di un agente PR o di chiunque altro che posti al posto vostro. Create i vostri post e SIATE VOI STESSI. Rendetevi disponibili al pubblico. Se qualcuno commenta il vostro contenuto rispondetegli personalmente. Essere aperti e cordiali equivale a followers più felici. E followers più felici saranno maggiormente coinvolti in ciò che state facendo. I vostri fan sono importanti, quindi siate lì per loro.

Cosa fare: rimanere informati

Avviate conversazioni. Restate in contatto con quello che succede intorno a voi e commentatelo. Magari si tratta del rilascio di un nuovo pezzo da parte dell'artista che vi piace oppure di un argomento al quale siete particolarmente sensibili, o di una notizia sensazionale per il mondo della musica. Dite alle persone ciò che pensate! Condividere ed essere chiari riguardo a ciò che pensate aiuta a costruire fiducia e definisce la vostra posizione come tastemaker. Non potete dettare la moda se non sapete che cosa va di moda. Se fate EDM allora dovete conoscere l'EDM! Quindi tenetevi informati su Twitter, Instagram e Facebook e siate una fonte di opinioni rilevanti e coinvolgenti.

Cosa non fare: dimenticarvi dei vostri profili

Prima di lanciare un qualunque progetto su una piattaforma assicuratevi di essere pronti a dedicarle del tempo. Il successo sui social media richiede tempo e duro lavoro. Non vi aspettate che il vostro primo post vi spedisca in orbita. Postate spesso e controllate tutte le vostre piattaforme. Controllatele come controllereste la vostra casella di posta elettronica e tenetevi aggiornati su quello che succede in ogni profilo. Le piattaforme di social media non sono macchine per il successo istantaneo. Sono risorse che devono essere utilizzate con criterio affinché funzionino. Quindi dedicatevi al vostro brand per ottenere i risultati migliori.

Il miglior metodo per costruirsi un pubblico

Non importa quale sia la vostra strategia sui social media, l'unica cosa che potete sempre fare per aumentare il vostro pubblico è produrre buona musica ogni giorno. Il successo sui social media non sarà mai abbastanza se non avete buona musica da condividere. Quindi affinate la vostra tecnica e spronatevi a fare del vostro meglio. Perché il vostro fan più grande dovreste essere voi stessi.

Condividi questo articolo su
Newsletter iMusician

Tutto ciò che ti serve.
In un solo posto.

I nostri consigli per avere successo nel mondo della musica, offerte speciali e le ultime novità da parte di iMusician direttamente nella tua casella di posta! Tutto ciò di cui hai bisogno per coltivare la tua carriera musicale.

Loading...