Skip to main content

*NOVITÀ* Pubblicare musica non è mai stato così semplice 🎵

Fai ascoltare la tua musica!
iMusician logo
Tutti i blog post

5 passi per rifinire bene una traccia

  • 25 febbraio 2016, giovedì
Condividi questo articolo su
Landrprep1600

A volte il silenzio è d'oro. A volte. Prima di consegnare il vostro mix pronto per il mastering, ecco i 5 passi da seguire per riuscire al meglio. Mi ha sempre contrariato parecchio quando i miei master tornavano indietro e un errore in apparenza piccolo si mostrava in tutta la sua enorme evidenza. All'inizio davo la colpa agli altri. Ma a poco a poco mi sono reso conto che la colpa era solo MIA. Facevo errori nel mixing e quegli errori andavano corretti. Non ripetere i miei errori. Segui questi 5 passi e porta a termine le tue tracce nel modo giusto.

Fai le pulizie

Quando crei una traccia stai creando anche lo spazio che c'è dentro. Non essere pigro e non aspettare di fare pulizia quando stanno arrivando gli ospiti. Ripulisci bene il tuo mix:
  1. Controlla le modifiche - Ripercorri tutti i punti in cui hai fatto qualche revisione durante la fase di mixaggio. Ascolta bene le modifiche. Accertati che le tracce siano continue e che non ci siano brusche interruzioni o pause. Fare buona musica è come fare un buon taglio di capelli: la sfumatura giusta è quella morbida.
  2. Isola le tracce - Ascolta ogni traccia da sola. Accertati che dissolvano in entrata e in uscita in modo corretto. Si tratta di piccoli dettagli che non potrai correggere dopo averle esportati, pertanto stai sul sicuro e controlla prima che sia troppo tardi.
  3. Butta l'immondizia - Elimina le interferenze e i fruscii che possono essersi intrufolati nel tuo mix. E' la tua ultima occasione per far piazza pulita di artefatti. Controlla ogni singola traccia isolata dalle altre. Sii accurato: durante la masterizzazione rumori indesiderati tenderanno a risultare acuiti e amplificati. Meglio controllare prima che preoccuparsi dopo.

Lascia un margine

Dovrai sempre tenere in considerazione l'Headroom durante tutta la fase di mixaggio. Ma è bene controllarla di nuovo alla fine del processo. E' la chiave fondamentale per ottenere il massimo dal tuo mastering tool. Devi lasciare un po' di spazio —solitamente circa 6dBFS tra ‘0’ e l'altezza massima della tua traccia. Suggerimento importante: non mettere un limiter sul master bus, si risolverà tutto con il mastering. Lo stesso vale per il dithering.

In testa…

La prima cosa che dovresti sentire all'attacco della tua traccia è il silenzio. Confuso? Mi spiego meglio. Il lavoro di mastering ha bisogno di spazio, quindi devi lasciare una pausa di cortesia all'inizio della tua traccia. Ciò ti permetterà anche di cambiare intro e fade-in in corsa, qualora decidessi che l'originale non funziona più.

E in coda

L'ultima cosa che dovresti sentire in coda alla tua traccia...è ancora il silenzio. Quindi lasciane un po' anche alla fine. Anche dopo la dissolvenza dovresti lasciare spazio al silenzio: ciò permetterà a riverberi e ritardi di scomparire del tutto. Latenze e ritorni persisteranno per molto tempo dopo che il suono da cui sono generati si è esaurito, quindi devi sapere esattamente come vanno sfumando. Non c'è niente di peggio di una latenza interrotta proprio alla fine della traccia. Suggerimento importante: usa le cuffie per essere del tutto sicuro che non ci siano code nei ritardi e nei ritorni. Se vuoi saperne di più sull'uso dei ritardi e dei riverberi vai alla guida su come mixare la musica. Un po' di silenzio è utile anche per dare modo e tempo all'ascoltatore di riflettere su quanto gli sia piaciuta la tua traccia. :)

Ascolta e basta

Metti le cuffie e ascolta TUTTA la canzone dall'inizio alla fine. Ancora meglio, ascoltala due volte. E' l'ultima occasione a tua disposizione per essere assolutamente sicuro che tutto sia a posto.La prima volta presta attenzione a tutti gli aspetti tecnici di cui abbiamo parlato prima —artefatti, dissolvenze, punti di modifica, code di latenze e di ritorni.

Suggerimento importante: tieni a mente che ritardi e ritorni non si autoallineano nella maggioranza dei sistemi DAW (Digital Audio Workstation).

E con questo avrai finito di fare le pulizie. Ora ascolta di nuovo. Ma ascolta con obiettività: non sei più un mixatore ma solo uno che ascolta musica. La tua traccia si comporta come volevi? Suona perfetta in tutti i punti? Sì? Benissimo. Ora sai di aver fatto tutto nel modo giusto.

Pronti a masterizzare

La tua traccia è ora perfettamente rifinita e pronta ad essere masterizzata. Senza nessuno degli errori che io facevo in passato. E ora sei libero di andare avanti a masterizzare! Perché non lasceremo certo che un amico pubblichi musica non masterizzata.

Condividi questo articolo su
Newsletter iMusician

Tutto ciò che ti serve.
In un solo posto.

I nostri consigli per avere successo nel mondo della musica, offerte speciali e le ultime novità da parte di iMusician direttamente nella tua casella di posta! Tutto ciò di cui hai bisogno per coltivare la tua carriera musicale.

Loading...