Skip to main content

Ti presentiamo i nostri NUOVI abbonamenti! 🌟

Per saperne di più
iMusician logo
Tutte le guide

Tutto quello che devi sapere sulle licenze musicali

  • Martina
  • 23 settembre 2022, venerdì
Condividi questa guida su
music licensing imusician

Con l'uso autorizzato di musica protetta da copyright, la licenza musicale rappresenta un altro modo per gli artisti e le artiste di essere pagati/e attraverso la loro arte. È quindi fondamentale avere una chiara comprensione della sua importanza e avere una conoscenza sufficiente dell'industria delle licenze musicali. In questa guida, ti diremo cosa sono effettivamente le licenze musicali e ti indicheremo come proteggere la tua musica! Senza ulteriori indugi, eccolo qui!

Editoria musicale vs. Licenze musicali

Per cominciare, è importante distinguere tra due termini: editoria musicale e licenza musicale. La licenza musicale riguarda il trasferimento dei diritti da un cantautore/cantautrice\etichetta discografica o da un editore a una seconda parte per utilizzare la musica per un determinato scopo commerciale e per un determinato periodo di tempo. Nella maggior parte dei casi, la musica concessa in licenza viene utilizzata nei canali di intrattenimento come film, serie Netflix, videogiochi, podcast, programmi TV, qualsiasi video di YouTube o commerciale e tutti i tipi di pubblicità (in TV, radio o online). Una licenza musicale determinerà lo scopo per cui verrà utilizzata la traccia; come utilizzarlo correttamente in base al tipo di licenza musicale e quale importo finanziario verrà riscosso per il trasferimento. In parole povere, una licenza musicale è un'autorizzazione a utilizzare la musica per uno scopo specifico in un periodo di tempo definito.

L'editoria musicale, invece, può essere definita come la gestione di un brano musicale registrato a fini commerciali, cioè con l'obiettivo di generare profitto attraverso il disco. Il cantautore e compositore può occuparsi personalmente della pubblicazione della propria musica oppure può firmare un contratto con una casa editrice o un editore. Un editore si assicura quindi che il compositore/cantautore riceva il pagamento quando la sua composizione viene utilizzata commercialmente, dagli spettacoli dal vivo alle trasmissioni radiofoniche.

L'autopubblicazione può sembrare più redditizia in quanto l'artista riceverà il 100% del denaro generato attraverso i diritti d'autore. Tuttavia, è molto dispendioso in termini di tempo e richiede una forte rete di contatti nel settore. Il contratto di pubblicazione indicherà come verranno assegnati i diritti sul record all'editore/società editrice e quale percentuale si prenderanno delle royalties generate.

In poche parole, mentre una licenza musicale rappresenta l'accordo che consente il trasferimento dei diritti su un brano musicale per scopi commerciali, l'editoria musicale si riferisce alla gestione degli accordi che vengono firmati per un determinato brano che verrà utilizzato commercialmente.

Music publishing vs music licensing imusician

Una spiegazione semplificata dell'editoria musicale e delle licenze musicali

Perché le licenze musicali sono importanti appositamente per gli artisti indipendenti?

Le proprietà intellettuali nella musica hanno sempre svolto un ruolo essenziale nei media di trasmissione, che si tratti di film, serie TV e programmi, o podcast e trasmissioni radiofoniche. Far approdare la propria musica su qualsiasi tipo di media mainstream è diventata un'importante fonte di profitto per i musicisti, in particolare quelli indipendenti. Tuttavia, le licenze musicali possono certamente sembrare complicate e, forse, confuse, ed è quindi importante per i musicisti capire quali diritti hanno, quali vantaggi offre la licenza musicale e quali profitti possono effettivamente ottenere.

Come accordo documentato, una licenza musicale concede il permesso a un particolare individuo o una parte di utilizzare la proprietà musicale protetta da copyright di uno scrittore e compositore per un determinato scopo durante un periodo di tempo stabilito, ai sensi della legge. Tale documento legalmente vincolante garantisce che, in condizioni e circostanze negoziate, il detentore del copyright - un compositore e un autore/etichetta discografica - sarà pagato dando il diritto a qualcun altro di utilizzare la sua musica.

Il proprietario della musica protetta da copyright è anche titolare dei diritti esclusivi di distribuzione, riproduzione, esecuzione, visualizzazione e adattamento dell'opera d'arte protetta da copyright, nonché autorizzare qualcun altro a esercitare tali diritti. Ciò suggerisce che affinché altri possano esercitare tali diritti, è necessario ottenere una licenza e pagare le tasse. Senza alcuna licenza, o appropriata, non solo quella particolare opera d'arte viene utilizzata illegalmente, ma anche il proprietario non guadagna i soldi a cui ha diritto.

Una licenza musicale, quindi, funge da protezione sia dell'utente che del proprietario della musica protetta da copyright e consente agli artisti di ottenere il reddito necessario per continuare a creare musica.


Chi è il titolare del copyright della canzone? Tipicamente, il compositore della musica e lo scrittore dei testi sono i primi proprietari dei diritti d'autore nell'opera musicale. Un artista della registrazione può anche essere il proprietario del copyright se scrive e/o compone anche la canzone. Se un'etichetta discografica finanzia la registrazione della canzone, supera i diritti d'autore nella registrazione del suono e, a seconda del contratto discografico, potrebbe anche possedere il copyright dell'opera musicale. L'etichetta discografica possiederà anche i diritti d'autore delle registrazioni fisiche.

Music publishing vs music licensing imusician

Come concedere in licenza la tua musica

Ora che sappiamo cos'è la licenza musicale e perché è importante avere una chiara comprensione del suo significato, passeremo a come tu, come musicista, puoi effettivamente concedere in licenza la tua musica e su quali fattori, passaggi e termini è importante concentrarsi.

Che cosa ottiene esattamente la licenza per la musica?

Per sapere come ottenere la licenza, devi prima sapere cosa sono effettivamente o sono le proprietà che ottengono la licenza. Si potrebbe pensare che sia semplicemente la "canzone" usata per un particolare scopo commerciale. Tuttavia, ogni brano musicale in genere esiste in molte forme diverse: come spartiti, come esibizione dal vivo in pubblico, come traccia del tuo EP o, soprattutto, come registrazione master. La registrazione master, nota anche come "master", si riferisce alla registrazione originale ufficiale di una canzone e alla versione da cui vengono effettuate tutte le registrazioni successive, inclusa la versione pubblicata.

È importante tenere a mente che la registrazione master ha il proprio copyright e quindi è la versione principale del brano che deve essere concessa in licenza. Ciò significa che quando qualcuno dalla TV, dal cinema o dalla radio vuole ottenere il permesso di utilizzare la tua canzone pubblicata, in realtà deve ottenere l'autorizzazione sia per la pubblicazione che per i diritti di master.

Chi sono i titolari dei diritti?

Chi possiede quali diritti dipende molto dal tipo di musicista che sei e dagli accordi che hai con altre parti. La parte precedente della guida suggerisce che ci sono due diritti d'autore: il master e l'editoria (per saperne di più su royalties e copyright, leggi questa guida). Se sei un musicista indipendente - un compositore, uno scrittore e un artista discografico -, che è anche responsabile della pubblicazione della registrazione, sei il proprietario di entrambi i diritti d'autore.

Nel caso in cui tu abbia firmato un accordo con una casa discografica, in particolare una grande etichetta discografica, c'è un'alta probabilità che siano i veri proprietari delle tue registrazioni master. Questo, tuttavia, dipende dal contratto discografico che hai concluso.

Inoltre, se hai un accordo per le tue canzoni con un editore o una casa editrice, sono loro che gestiranno e rappresenteranno il tuo interesse per la licenza, oltre a riscuotere le commissioni in entrata per tuo conto.

Bisogna anche tenere conto del fatto che una canzone di solito ha più di un autore, di cui tutti generano un particolare profitto attraverso la raccolta di royalties. Ciò potrebbe rendere più complicate le licenze musicali in quanto significa che più parti saranno coinvolte nel processo di ottenimento dell'autorizzazione per l'uso commerciale della canzone. Può diventare ancora più complesso se un'etichetta discografica paga per la registrazione ed è quindi proprietaria dei master.

Chi e cosa viene pagato in licenza musicale?

Quando si tratta di licenze musicali, ci sono tre tipi di pagamenti che devono essere effettuati per una licenza: "tariffa di sincronizzazione della registrazione principale", "tariffa di sincronizzazione della pubblicazione" (entrambi costituiscono la "tariffa di sincronizzazione") e diritti d'autore.

La "tariffa di sincronizzazione" è offerta dal potenziale individuo o da una parte che acquisisce la licenza. Come importo, può variare da 0 a milioni di USD o EUR, a seconda del tipo di utilizzo, della popolarità e del successo commerciale dell'artista e della canzone. La "tariffa di sincronizzazione" viene pagata sia al proprietario della registrazione principale (più comunemente un'etichetta discografica) sia al proprietario della canzone pubblicata (in genere un editore/casa editrice). Come artista indipendente, avrai diritto a entrambe le quote.

Il terzo pagamento sono le royalties che vengono generate ogni volta che viene trasmessa la canzone. Esistono diversi tipi di royalties a seconda del tipo di licenza ottenuta, ad esempio royalties sulle prestazioni, royalties meccaniche, royalties di sincronizzazione o royalties digitali. Le royalties sulle prestazioni vengono generalmente riscosse dalle cosiddette Performing Rights Organizations (PRO), note anche come società per i diritti di esecuzione, come ASCAP (USA), BMI (USA), GEMA (DE) o PPL (Regno Unito). Ogni trimestre, i PRO contano i diritti d'autore raccolti in base al calcolo di quante volte una canzone è stata trasmessa e poi le distribuiscono ai proprietari delle canzoni.

Altri tipi di royalties vengono poi riscossi dalle Organizzazioni di Gestione Collettiva (CMO). Alcune organizzazioni possono funzionare sia come PRO che come CMO, ad esempio BMI, GEMA o SESAC.

Maggiori informazioni sulle organizzazioni per i diritti di esecuzione e sulle organizzazioni di gestione collettiva

Sebbene la raccolta e la distribuzione dei diritti d'autore sia una funzione importante di PRO e CMO, il loro scopo principale è fungere da intermediari tra i titolari dei diritti (musicisti e cantautori) e i clienti (seconde parti che desiderano utilizzare le loro canzoni). Sono inoltre responsabili della rappresentanza e della negoziazione per conto dei titolari dei diritti, in particolare in termini di tariffe di royalty e licenze con potenziali utenti.

Sono quindi attori chiave nel settore delle licenze dell'industria musicale responsabili della concessione in licenza delle trasmissioni pubbliche di musicisti che sono membri delle loro organizzazioni. Le emittenti di solito stipulano le cosiddette "licenze globali" che consentono loro, in genere con un canone annuale, di accedere all'intero catalogo di un particolare musicista e di utilizzare tutte le canzoni con licenza che desiderano. Tali licenze autorizzano le emittenti a riprodurre i brani utilizzando diversi tipi di media: radio, TV e piattaforme di streaming come Spotify, Deezer o Apple Music.

A seconda del supporto utilizzato, possono essere concessi in licenza diversi tipi di diritti, ad es. diritti di esecuzione pubblica per quando la musica deve essere riprodotta in locali o ristoranti o il diritto per la trasmissione, utilizzata per stazioni televisive o radiofoniche. I diritti meccanici, ad esempio, rappresentano il diritto di registrare, produrre e distribuire l'opera musicale o lo spartito del titolare del copyright.

Come diventare un membro di PRO/CMO?

Entrare a far parte di una Performing Rights o di un'organizzazione di gestione collettiva è piuttosto un passaggio semplice, tuttavia, è necessario essere preparati che potrebbe non essere gratuito. Ogni individuo deve prima decidere se vuole entrare a far parte dell'organizzazione come scrittore o editore, o entrambi. Le condizioni ei requisiti per l'adesione, nonché la durata di un contratto, dipendono molto dall'organizzazione.

Il più grande PRO è BMI, un'organizzazione senza scopo di lucro fondata nel 1939. Offrono l'iscrizione a chiunque abbia scrittori che non pagano alcun canone e editori che pagano circa $ 150-250. Un contratto per scrittori dura 2 anni e contratti per editori durano 5 anni.

L'ASCAP è un po' più piccolo del BMI e offre l'iscrizione a scrittori ed editori allo stesso modo per $ 50 ($ 100 se vogliono registrarsi come entrambi). Il contratto con ASCAP dura solo un anno sia per gli scrittori che per gli editori - in seguito possono scegliere di rinnovare il contratto o passare a un'altra organizzazione.

Alcuni PRO o CMO possono avere requisiti speciali per musicisti ed editori. Ad esempio, il SESAC, a differenza degli altri, è un'organizzazione pro-profit ed esclusivamente su invito. Alcune organizzazioni potrebbero anche invitarti prima a un colloquio per valutare se sei il candidato giusto per un abbonamento o meno.

Scegliere il PRO/CMO giusto

Innanzitutto, è essenziale sapere che come scrittore puoi essere membro di un solo PRO o CMO. Gli editori possono lavorare con più organizzazioni contemporaneamente.

In secondo luogo, scegliere un PRO o un CMO non dovrebbe essere una decisione da pensare troppo. Puoi chiedere ai tuoi colleghi e colleghi dell'industria musicale di ottenere alcuni suggerimenti o puoi partecipare ad alcuni eventi e metterti in contatto con i dipendenti della particolare organizzazione. Cercare di stabilire una relazione piuttosto forte con l'organizzazione in anticipo può sicuramente aiutare. Se non ricevi consigli o semplicemente non sei sicuro, scegli il posto che ti offre la migliore offerta in termini di quota associativa, durata del contratto e vantaggi aggiuntivi. I PRO/CMO differiscono anche in base al paese in cui ti trovi!

Società di licenza musicale di terze parti e librerie musicali

Oltre ai PRO e ai CMO, ci sono anche molte società di terze parti o librerie musicali che si occuperanno delle licenze musicali per te, negoziando le condizioni o presentando potenziali clienti. Le società di licenza di terze parti molto probabilmente prenderanno una parte della tua tariffa di sincronizzazione, ma ti consentiranno di controllare la tua pubblicazione e riscuotere tutte le royalties sulle prestazioni.

Un accordo con una libreria musicale potrebbe non essere così conveniente dal punto di vista finanziario: di solito richiedono commissioni anticipate piuttosto costose. D'altra parte, possono essere piuttosto efficaci nel vendere la musica a chiunque lo desideri e ti permetteranno anche di riscuotere i diritti d'autore.

In che modo hai effettivamente la licenza per la tua musica come musicista indipendente?

Anche se trattare con le licenze musicali può essere più difficile come artista indipendente, non devi fare tutto da solo! Se pubblichi la tua musica tramite un editore o una casa editrice, questi gestiranno anche i diritti d'autore sulle tue opere musicali, inclusa la gestione delle licenze musicali.

Nel caso in cui pubblichi la tua pubblicazione da solo, l'opzione migliore sarebbe quella di scegliere e firmare con la società di licenza musicale di terze parti, che sarà responsabile del conferimento dei diritti di esecuzione sia privati ​​​​che pubblici, della registrazione della tua musica con potenziali PRO/CMO e riscuotere canoni.

Come si ottiene una licenza musicale?

Anche se come musicista indipendente sei principalmente interessato ad avere altri in licenza la tua musica, può anche succedere che tu stesso potresti aver bisogno di ottenere una licenza musicale, ad es. quando vuoi registrare una versione della canzone di un altro musicista o vuoi eseguire quella canzone pubblicamente.

Per acquisire tali licenze, puoi contattare direttamente la particolare PRO o CMO che sarà in grado di concederle o fornirti le informazioni di contatto di un editore/pubblicazione di un'etichetta discografica. I PRO/CMO di solito hanno i loro database disponibili su Internet, quindi tutto ciò che devi fare è cercare nel loro repertorio per determinare se una canzone che stai cercando ne fa parte. Le case discografiche normalmente hanno dipartimenti di licenza o dipartimenti di affari e affari legali che si occupano di tali questioni.

I tipi più importanti di licenze musicali

Come accennato in precedenza, diversi diritti esclusivi dei titolari dei diritti d'autore, come la distribuzione, la riproduzione, l'esecuzione, ecc., possono essere trasferiti a un potenziale utente di un'opera musicale, a seconda del tipo di licenza. Queste sono alcune delle licenze musicali più importanti e comuni:

Sincronizza licenza

Le licenze di sincronizzazione sono probabilmente il tipo di licenza musicale più comune e utilizzato che consente agli utenti di utilizzare il brano in progetti audiovisivi o immagini in movimento, come film, programmi TV o video commerciali. Quando la musica è cosiddetta sincronizzata con il progetto scelto, ovvero viene riprodotta come parte della colonna sonora, è necessaria una "licenza di sincronizzazione".

Le licenze di sincronizzazione sono solitamente richieste e ottenute dai produttori, per conto di una rete o di una società di radiodiffusione, da un editore o da un cantautore. È importante sapere che una licenza di sincronizzazione consente la riproduzione della composizione; la registrazione del progetto audiovisivo richiede una licenza musicale aggiuntiva - una licenza master.

Licenza master

La più grande differenza tra una licenza di sincronizzazione e una licenza master è che quest'ultima trasferisce i diritti sulla registrazione originale del brano (i master) all'utente. La licenza di sincronizzazione, invece, permette di utilizzare la composizione e fare una nuova versione del brano originale. Tuttavia, sono entrambi necessari da acquisire se si desidera utilizzare una canzone in un supporto audiovisivo.

La licenza master è in genere detenuta dalla persona che possiede la registrazione - in genere, la casa discografica che ha finanziato la registrazione del brano musicale o, nel caso di un artista indipendente, è l'artista stesso.

Licenza di esecuzione pubblica

La licenza di esecuzione pubblica, nota anche come licenza di comunicazione pubblica, consente alle parti di utilizzare una canzone per la trasmissione pubblica, inclusi concerti, radio, televisione o luoghi pubblici come negozi e ristoranti. In altre parole, è necessario ottenere una licenza per l'esecuzione pubblica ogni volta che la musica viene riprodotta per un pubblico.

Le licenze di questo tipo sono generalmente detenute dalle già citate Performing Right Societies che poi riscuoteranno e distribuiranno le royalties di performance.

Licenza meccanica

La licenza meccanica, nota anche come licenza di riproduzione, consente al licenziatario di registrare un brano su un supporto o su un supporto per riprodurlo e successivamente distribuirlo. Questo è per lo più necessario per una canzone registrata su un CD, DVD, vinile o cassetta. La licenza consente anche la duplicazione e quindi l'utente può ottenere copie della traccia.

Tale licenza è necessaria anche quando un musicista vuole registrare la propria versione della canzone di qualcun altro o quando un video che copre la traccia musicale viene esportato sia in formato digitale che fisico.

Licenza di stampa

La licenza di stampa conferisce al licenziatario il diritto di stampare, ovvero fare copie di un formato fisico degli spartiti di una particolare canzone.

Avrai bisogno della licenza se vuoi scrivere, stampare o vendere la partitura della canzone, ad es. utilizzare alcuni testi della traccia sulla copertina di un CD o nei sottotitoli di un video di YouTube, ecc.

Licenza teatrale

Le licenze teatrali, come dice il nome, vengono utilizzate solo nel teatro consentendo al licenziatario di eseguire una canzone su un palco di fronte a un pubblico dal vivo - es. g. spettacolo teatrale o spettacolo musicale.

Music licensing imusician

Il riepilogo dei 6 tipi più importanti di licenze musicali

Licenza senza diritti d'autore

Tuttavia, ci sono molti brani disponibili per i quali l'utente non deve pagare royalties e quindi non ha bisogno di acquisire nessuna di queste licenze. Tali brani richiedono licenze alternative, note come "licenze musicali senza diritti d'autore", disponibili a un prezzo molto più basso rispetto alle altre licenze.

Ci sono molte licenze royalty-free disponibili e liberamente accessibili su Internet: dipende solo dalla musica che stai cercando e per cosa la utilizzerai. Una società svedese chiamata Epidemic Sound è considerata la migliore licenza per YouTuber e creatori di contenuti e ha più di 30.000 brani e 60.000 suoni nella sua libreria. L'azienda offre due piani di abbonamento: "personale" per $ 15 al mese e "commerciale" per $ 49 al mese.

Se sei anche un artista e hai bisogno di musica esente da diritti d'autore per le tue produzioni cinematografiche o spot pubblicitari, una società chiamata Artlist potrebbe essere la scelta giusta per te. È una start-up israeliana fondata nel 2016 e offre una "Licenza universale" per $ 16,60/mese (o $ 199/anno).

Ultimo ma non meno importante, Envato Elements offre le migliori licenze musicali esenti da royalty per siti Web, app, videogiochi e audiolibri e la sua libreria contiene oltre 90.000 brani musicali e suoni. Puoi accedervi per soli $ 15 al mese! Inoltre, una parte di Envato Elements è anche Audiojungle, una piattaforma di licenze musicali specializzata in intestazioni radio e TV. Puoi scegliere tra una licenza "Standard" per circa $ 26- $ 29 o una licenza "Riproduzione di massa" tra $ 80 e $ 100 per licenza.

Conclusione

Essere un musicista indipendente può essere finanziariamente difficile a volte e le licenze musicali sono un altro buon modo per essere pagato. In questa guida, abbiamo trattato le parti più rilevanti del settore delle licenze musicali spiegando cos'è una licenza musicale, come concedere in licenza la tua musica o ottenere una licenza musicale da solo e quali sono gli esempi di licenza musicale più importanti.

Se vuoi saperne di più sulle fonti di reddito disponibili per te come musicista, puoi leggere la nostra guida sulle royalties musicali!

Condividi questa guida su
Newsletter iMusician

Tutto ciò che ti serve.
In un solo posto.

I nostri consigli per avere successo nel mondo della musica, offerte speciali e le ultime novità da parte di iMusician direttamente nella tua casella di posta! Tutto ciò di cui hai bisogno per coltivare la tua carriera musicale.

Loading...