Skip to main content

*NOVITÀ* Pubblicare musica non è mai stato così semplice 🎵

Fai ascoltare la tua musica!
iMusician logo
Tutte le guide

Le royalties spiegate e come riscuoterle

  • 08 febbraio 2022, martedì
Condividi questa guida su
Royalties spiegate e come riscuoterle

Investiamo così tanto tempo e denaro per produrre musica che ci dimentichiamo delle fonti di reddito che il mercato musicale ci mette a disposizione. Dagli ascolti in streaming alla radio, dalla TV agli acquisti online, dalla sincronizzazione ai diritti connessi, c'è molto da sapere. Vediamo insieme quali sono le opportunità a tua disposizione e come riscuotere le tue royalties.

Cosa sono i diritti d'autore in musica?

Le royalties sono i compensi ricevuti da chi crea opere musicali nel momento in cui queste vengono utilizzate da terze parti. Si tratta di compositori/compositrici, parolieri/e, autori/trici di canzoni e registrazioni, ecc. Quando la tua musica viene riprodotta su piattaforme di streaming come Spotify, Deezer o Apple Music, o trasmessa in stazioni radio o canali TV, dovresti riceverne i diritti d'autore.

Come funzionano le royalties?

In parole povere, gli/le artisti/e compongono e registrano musica. Queste registrazioni vengono riprodotte e trasmesse in streaming, eseguite o reinterpretate. I/le titolari dei diritti vengono ricompensati/e. Probabilmente l'hai già notato: ci sono diversi diritti che possono farti guadagnare e quindi, come artista, hai molteplici possibilità.

Analizziamo i diversi tipi di diritti musicali.

Tipi di diritti musicali

Dritti musicali

Dritti Musicali

Cosa sono i diritti di registrazione? Cos’è una registrazione? E una registrazione master? Tante deviazioni del termine stesso. E i diritti di pubblicazione invece?

Diritti di registrazione

La Registrazione Master (o master) è il suono originale della registrazione di un brano. La registrazione di una composizione è di proprietà degli/delle artisti/e discografici/che, dell'etichetta discografica, del/della produttore/produttrice o della persona che ha finanziato la registrazione. I diritti di possono essere concessi in licenza a un'etichetta discografica o a terzi per un periodo di tempo chiaramente definito in un contratto.

I diritti di registrazione vengono creati automaticamente quando un brano viene registrato, in studio o durante un concerto. In molti casi, i diritti di registrazione sono di proprietà degli stessi artisti discografici, ma possono anche essere concessi in licenza a un'etichetta discografica o a terzi per un periodo di tempo chiaramente definito in un contratto.

Una cosa da capire: il diritto di registrazione viene generato da e associato ad una singola registrazione, il che significa che se registri un'altra versione del brano, non puoi fare riferimento al diritto di registrazione precedente.

Diritti di pubblicazione

D'altra parte, i diritti di pubblicazione (o diritti di copyright) sono i diritti della composizione della musica e dei suoi testi (se presenti). Li possiedono cantautori/cantautrici, compositori/compositrici e parolieri/e. E in Europa non possono essere venduti. Quando crei musica e testi ne possiedi automaticamente i diritti di pubblicazione; se non sono coinvolti/e editori/editrici, saranno tuoi fino a 70 anni dopo la tua morte. Tuttavia, puoi concedere in licenza i tuoi diritti di pubblicazione a editori/editrici musicali che li monetizzeranno per te.

Tipo di royalties musicali

  • Vendite digitali (royalties provenienti di streaming e download)
  • Vendite di copie fisiche
  • Diritti meccanici
  • Royalties sulle esibizioni (in pubblico)
  • Diritti d'autore connessi
  • Royalties sulle performance digitali
  • Commissione di licenza sulle sincronizzazioni

Vendite digitali (royalties provenienti di streaming e download)

Royalties sugli ascolti

Royalties sugli ascolti

Negli ultimi due anni il consumo di musica digitale ha continuato ad aumentare e non si prevedono cali in tal senso. Secondo l'IFPI Global Music Report le entrate relative allo streaming rappresentano il 62,1% delle entrate globali dell'industria musicale registrate nel 2020, mentre, la quota delle guadagni provenienti dai download è in diminuzione.

I fornitori di servizi digitali (DSP) sono tenuti a pagare royalties a cantautori/cantautrici ed editori/editrici - maggiori informazioni più avanti nella sezione "Royalty meccaniche". La quota più consistente di entrate digitali è rappresentata dalle royalties di streaming e le royalties di download.

Royalties di streaming

Ogni volta che un brano viene riprodotto in streaming su una piattaforma come Spotify, Apple Music, Deezer, Tidal, Amazon Music etc, artisti/e, etichette discografiche e/ o terze parti coinvolte guadagnano denaro attraverso le royalties di streaming. Di seguito troverai ulteriori informazioni su come vengono calcolate le royalties in streaming.

Royalties di download

Anche se il consumo di musica digitale preferisce lo streaming al download, le royalties provenienti da quest’ultimo rappresentano comunque una quota considerevole. Per ogni brano scaricato dalle piattaforme di download digitali come iTunes, Beatport, Traxsource etc, otterrai una quota dell'importo pagato dagli/dalle utenti per il download.

Vendite di copie fisiche

Mentre i guadagni provenienti da copie fisiche continuano a diminuire, negli ultimi due anni il tasso di declino è notevolmente rallentato. Complice il passaggio dai CD al vinile o alle cassette: un cambiamento nel significato e nello scopo della musica fisica che diventa oggetto da collezione.

Royalties meccaniche

Ogni volta che viene prodotto un CD, un disco in vinile o una cassetta, le composizioni vengono riprodotte. Lo stesso vale per i download e gli ascolti digitali: ogni download o ascolto è considerato come una riproduzione di un brano. Per la riproduzione di brani musicali, le royalties meccaniche servono cantautori/cantautrici ed editori/editrici; questo denaro viene raccolto da società di gestione collettiva come GEMA, SIAE, SUISA o altri organismi di gestione dei diritti come Agenzia Harry Fox.

Royalties sulle esibizioni (in pubblico)

Un'esibizione pubblica avviene quando ascolti musica in pubblico o quando la tua musica viene riprodotta in pubblico. A te vanno quindi le royalties per la composizione (ad esempio per esecuzioni dal vivo) o per la registrazione, e per la composizione (riproduzioni in TV e in radio o in eventi con DJ). Esempi pratici prevedono gli spettacoli dal vivo in occasione di concerti o festival. In questi eventi, affinché gli autori e le autrici possano riscuotere le royalties, potresti dover compilare una tracklist per gli organizzatori e le organizzatrici dell’evento. Ma c'è di più: riproduzioni in TV, trasmissioni radiofoniche o musica di sottofondo in ristoranti, negozi, bar, discoteche etc, sono considerati spettacoli pubblici. Per tutto questo, potresti guadagnarti l’idoneità a ricevere royalties sulle riproduzioni, tramite la tua Performance Rights Organization (PRO).

Diritti d'autore connessi

I diritti d'autore connessi correlati sono diritti sulle esibizioni pubbliche destinati ai/alle titolari del copyright della registrazione (o master). Quindi, quando una registrazione audio viene trasmessa o eseguita pubblicamente, i/le titolari dei diritti principali devono essere ricompensati e questo vale per i diritti connessi. Si può trattare di club, ristoranti, TV, stazioni radio, radio in streaming o qualsiasi spazio pubblico in cui viene trasmessa l'opera musicale.

Royalties sulle performance digitali

Le royalties digitali sono pagamenti destinati ai/alle proprietari/e delle registrazioni per la trasmissione radiofonica su piattaforme come Pandora, SiriusXM e stazioni radio online. Ci sono royalties per gli/le artisti/e in primo piano (45%), i/le titolari dei diritti (50%) e per gli/le artisti/e non in primo piano (5%). Le royalties sulle performance digitali sono specifiche per gli Stati Uniti in quanto non utilizzano i diritti connessi. La società ufficiale di gestione di riferimento è SoundExchange. Per utilizzare la musica concessa in licenza, le stazioni radio digitali o online devono ottenere una licenza da SoundExchange. Gli/Le artisti/e, da parte loro, al fine di riscuotere le royalties sulle performance digitali, devono registrarsi su SoundExchange.

Commissione di licenza sulle sincronizzazioni

Commissioni licenze sync imusician

Commissioni licenze sync

Sync è l'abbreviazione di synchronization, sincronizzazione. Ma sincronizzazione di cosa? Ci sono due fattori da considerare: le immagini in movimento e altri prodotti audiovisivi come TV, film, serie Netflix, pubblicità, videogiochi, programmi TV, DVD, Blu-Ray, etc. Il produttore o la produttrice di tale prodotto audiovisivo lo sincronizza con la tua musica. Per fare questo ha bisogno di una licenza. Spesso è prevista una commissione anticipata e, in alcuni casi, ottieni una percentuale delle vendite, dipende dagli accordi previsti dalla licenza. Il pagamento effettuato per la licenza da parte del produttore o della produttrice stabilisce la ricezione della cosiddetta licenza di sincronizzazione. Per poter riscuotere la commissione di licenza per l’utilizzo della tua musica “protetta” non devi far altro che registrare la tua musica.

Come vengono calcolate le royalties sulla musica?

Ora che sappiamo quali sono le royalties musicali, dobbiamo capire chi sono gli interlocutori e le interlocutrici, chi riscuote quale percentuale, quando e come.

A chi vanno i guadagni dei diritti d'autore sulla musica?

A seconda delle figure coinvolte, dai/dalle manager dell'etichetta a chi ha scritto i testi, sarà necessario remunerare molteplici persone. Oltre a cantautori/cantautrici e artisti/e, potrebbero esserci esistere varie altre entità che ti assistono nella riscossione di tutte le royalties da te richieste.

Figure principali

Sono coloro che registrano la canzone in studio (o dal vivo). Possono essere i cantautori o le cantautrici stesse, potrebbe essere una terza parte, potrebbero essere coinvolti artisti/e in primo piano e altri membri meno visibili.

Loro hanno diritto a:

  • Royalties sulla registrazione

Riceveranno ricompense economiche da:

  • Vendite digitali (royalties provenienti da streaming e download)
  • Vendite di copie fisiche
  • Diritti d'autore connessi (o royalties sulle performance digitali)
  • Commissione di licenza sulle sincronizzazioni

Si tratta delle persone che hanno scritto un brano: sono proprietari/e della composizione musicale. Hanno creato la melodia, l'arrangiamento e i testi.

Loro hanno diritto a:

  • Royalties sulla composizione

Riceveranno ricompense economiche da:

  • Royalties meccaniche
  • Royalties sulle esibizioni (in pubblico)
  • Commissione di licenza sulle sincronizzazioni

Altre entità

Esistono diversi tipi di etichette discografiche, alcune metteranno a disposizione più risorse o budget rispetto ad altre. Ci sono etichette discografiche che si preoccupano di coprire le spese dello studio di registrazione e delle l'intera produzione, così da acquisire anch’esse dei diritti. Anche se non avranno finanziato la registrazione, le etichette possono accordarsi con gli/le artisti/e sull’acquisizione dei diritti di master. Questo può succedere poiché forniranno comunque un budget per il marketing e per la promozione del prodotto registrato.

Loro hanno diritto a:

  • Royalties sulla composizione

Amministrano le seguenti royalties e inoltrano una quota ai/alle loro artisti/e per le loro esibizioni:

  • Vendite digitali (royalties provenienti da streaming e download)
  • Vendite di copie fisiche
  • Diritti d'autore connessi (o royalties sulle performance digitali)
  • Commissione di licenza sulle sincronizzazioni

In alcuni casi, gli/le artisti/e non hanno (ancora) firmato alcun contratto con un’etichetta. Quindi ottengono tutte le royalties sopra menzionate senza alcuna detrazione della quota dell'etichetta.

Si occupano dell'amministrazione e della riscossione delle royalties meccaniche e delle royalties sulle esibizioni (in pubblico). Si assicurano che le tue canzoni (o opere musicali) siano correttamente registrate, che tu, come cantautore/cantautrice, sia correttamente iscritto/a ad una società di gestione collettiva e che tu riceva la ricompensa economica che ti spetta.

Loro hanno diritto a:

  • Diritti di pubblicazione

They administer the following royalties, and forward a share to their songwriters:

  • Amministrano le seguenti royalties e inoltrano una quota a cantautori e cantautrici:
  • Royalties meccaniche
  • Diritti d'autore connessi
  • Royalties sulle esibizioni (in pubblico)
  • Commissione di licenza sulle sincronizzazioni

Lo stesso vale per sub-editori/editrici che potrebbero avere un accordo per territori specifici. In alcuni casi, cantautori e cantautrici non hanno (ancora) trasferito i loro diritti di pubblicazione agli/alle editori/editrici. Quindi ottengono tutte le royalties sopra menzionate senza alcuna detrazione della quota degli/delle editori/editrici.

Sono incaricati di fornire la tua musica su piattaforme di streaming e download come Spotify, Apple Music, iTunes, Beatport, Amazon Music, etc. Rappresentano la relazione tra i/le detentori/detentrici dei diritti di registrazione e i negozi di streaming.

Il loro compito è quello di raccogliere e remunerare totalmente o parzialmente:

  • Royalties sulle performance digitali

Distribuiscono i tuoi CD, vinili e nastri ai rivenditori in una determinata regione o in tutto il mondo. L'accordo prevede spesso una % in più oltre quello finanziario iniziale. Ci sono anche commissioni per lo stoccaggio dei prodotti invenduti.

Il loro compito è quello di raccogliere e remunerare totalmente o parzialmente:

  • Vendite di copie fisiche

Se detieni diritti di registrazione e quelli di pubblicazione, collaborare con un’agenzia di sincronizzazione sarà più facile poiché essa disporrà del 100% dei diritti per lavorare con le tue canzoni. Sono le entità che si trovano tra le due suddette figure ed altre come quelle che si preoccupano di trovare nuovi brani per una serie Netflix o per un film, o di far figurare la tua canzone sul nuovo Grand Theft Auto.

Ricevono ricompense economiche da:

  • Commissione di licenza sulle sincronizzazioni

Raccolgono royalties sulle performance e royalties meccaniche per conto di cantautori/cantautrici ed editori/editrici, e royalties sui diritti connessi per conto di artisti/e ed etichette discografiche. Queste organizzazioni possono essere entità separate come le Performance Rights Organizations (PRO) - che si occupano solo delle royalties sulle esibizioni - o le Mechanical Rights Organizations (MRO); in alcuni paesi, però, PRO e MRO si uniscono per formare un CMO o un'organizzazione di gestione collettiva come GEMA, SIAE e SUISA.

A seconda del paese di provenienza o di registrazione, puoi doverti iscrivere ad altre agenzie. Ad esempio, nel Regno Unito, è necessario registrarsi presso PPL & PRS. Se non hai (ancora) un editore o un’editrice, puoi registrare i tuoi lavori musicali come cantautore/cantautrice.

Dovrai fornire le seguenti informazioni:

  • Codici ISRC
  • Percentuale di ogni compositore/compositrice e autore/autrice e la percentuale dell’editore/editrice se ne esiste uno/a con numero IPI associato.
  • Titolo della canzone

Ricevono ricompense economiche da:

  • Royalties meccaniche
  • Royalties sulle esibizioni (in pubblico)
  • Diritti d'autore connessi (o royalties sulle performance digitali)

Probabilmente avrai dei locali che ti piacciono o dei festival a cui hai sempre sognato di suonare. Chiedi loro se sono disposti a farti esibire. Promotori e promotrici di eventi potrebbero persino contattarti e offrirti spazio per un concerto.

Più grande sarà la tua ambizione più senso avrà collaborare con un’agenzia di booking. Di solito queste agenzie sanno già dove hai avuto la possibilità di suonare, possono negoziare per te e avere offerte migliori; possono organizzare tour dal vivo: se fanno tutto questo per te, avrai molto più tempo per provare il tuo spettacolo dal vivo.

Ricevono ricompense economiche da:

  • Commissione degli spettacoli

Quando si possono avere le ricompense delle royalties?

Sappiamo con cosa si può guadagnare, ma quando?

Ascolti & download

Ascolti e download imusician

Ascolti e download

Potrai riscuotere i tuoi guadagni quando chiunque ascolta o scarica la tua musica su servizi di streaming come Spotify, Deezer, Traxsource o altre piattaforme. Quando si ascoltano più di 30 secondi di un brano o quando si acquista una traccia, viene generato un certo guadagno. Il negozio online su cui sono stati registrati guadagni raccoglierà il tutto, tratterrà la sua quota e verserà una grossa somma sia al distributore che alla società di gestione collettiva poiché lo streaming genera anche sia royalties meccaniche che quelle di esibizione. Tra te e l’etichetta, potrebbe piazzarsi l’etichetta che a sua volta prenderà la sua quota e darà a te il resto come concordato nel vostro contratto firmato.

Tipi di royalties contemplate:

  • Vendite digitali (royalties provenienti di streaming e download)
  • Royalties meccaniche
  • Royalties sulle esibizioni (in pubblico)

Quando aspettarsi ricompense?

Circa 3-4 mesi dopo la conferma da parte del negozio online di avvenuto ascolto o acquisto.

Nota importante: alcuni negozi potrebbero ritardare alcuni pagamenti ed è per questo che è abbastanza difficile conciliare ciò che potresti vedere sul tuo account Spotify for Artists o sul nostro strumento Music Analytics.

Vendite di copie fisiche (vinili, CD, cassette o altri prodotti)

Chi acquista un tuo vinile, un tuo CD o una cassetta pagherà un certo prezzo che può variare a seconda del negozio stesso, del paese e della valuta. Una parte del prezzo viene trasferita al distributore di copie fisiche che prenderà la sua quota e darà il resto a te o alla tua etichetta discografica - se è questa ad occuparsene. Una vendita fisica genera royalties meccaniche.

Tipi di royalties contemplate:

  • Royalties meccaniche

Altre entrate:

  • Percentuale concordata con l’etichetta discografica con il distributore

Quando aspettarsi ricompense?

Dipende dal contratto. Alcuni distributori di copie fisiche aspettano che le tue royalties raggiungano un importo specifico prima di erogare le tue ricompense, il resto prevede circa un paio di mesi.

Serie Netflix, videogiochi o altri sync

La tua agenzia di sincronizzazione promuove la tua musica a figure di scouting musicale in modo da inserirla in un prodotto. Quando succede, l'agenzia di sincronizzazione interagisce con queste figure per negoziare un buon affare per te ma anche per l’agenzia stessa in quanto riceverà una riduzione in percentuale dall’accordo. Riceverai una tariffa anticipata (tariffa di licenza di sincronizzazione) e i diritti connessi.

Tipi di royalties contemplate:

  • Commissione di licenza sulle sincronizzazioni
  • Royalties sulle esibizioni (in pubblico) una volta che il prodotto audio/visivo è stato mandato in onda
  • Diritti d'autore connessi (o royalties sulle performance digitali)

Altri possibili entrate:

  • Percentuale di vendite o visualizzazione del prodotto finale

Quando aspettarsi ricompense?

La tariffa sarà chiara una volta che tu, l'agenzia di sincronizzazione avrete firmato il contratto con la figura che ha proposto il tuo brano per un prodotto. Possono volerci fino a 2 anni prima che vengano erogate le royalties legate ai diritti connessi. Dipende dal paese in cui hai effettuato la registrazione e dal luogo in cui viene utilizzata la tua musica.

Spettacoli live, concerti, festival e altri eventi musicali all’aperto

Ti esibisci con i tuoi brani dal vivo davanti ad un pubblico. Questo genera royalties in aggiunta alla quota che riceverai dal promotore di questo evento.

Tipi di royalties contemplate:

  • Royalties sulle esibizioni (in pubblico)

Altri possibili entrate:

  • Commissioni pagate dal/dalla promotore/promotrice dell'evento

Quando aspettarsi ricompense?

Possono volerci fino a 2 anni prima che tu possa godere dei diritti sull’esibizione. Dipende dal paese in cui hai effettuato la registrazione e del luogo in cui si svolge l’evento.

La quota che ricevi dal/dalla promotore/promotrice viene, però, solitamente consegnata subito dopo l'evento.

Ascolti in radio

Il tuo brano viene trasmesso in radio e, se questa ha un buon seguito, ti verrà conferita automaticamente molta visibilità. Ancora meglio, verrà generato denaro per te. Non importa il tuo paese di provenienza, esistono diversi tipi di radio come Pandora o stazioni radio online e annessi diritti d'autore.

Tipi di royalties contemplate:

  • Royalties sulle esibizioni (in pubblico)
  • Diritti d'autore connessi (o royalties sulle performance digitali)

Quando aspettarsi ricompense?

Possono volerci fino a 2 anni, dipende sia dal paese di registrazione sia da quello della sede della stazione radio.

Come viene calcolata ciascuna tipologia di royalties?

Quanto si guadagna da un ascolto?

Graph IIB Music Streaming Services Money

Meon Too Tight to Mention? by Information is Beautiful

Nella nostra guida su come guadagnare su Spotify, spieghiamo che le entrate medie per ascolto su Spotify ammontano a 0,00437 dollari. Questa è una media che tiene conto solo di Spotify e cambia ogni mese a seconda di quanta musica viene riprodotta, dove viene riprodotta la tua musica e quanti/e abbonati/e premium la ascoltano. Capiamo che potrebbe già venirti mal di testa.

Su Information is Beautiful, puoi dare un'occhiata alle entrate medie per ascolto dei principali negozi come Napster, Tidal, Spotify, Deezer, etc.

Come viene calcolato un download di musica?

I negozi online di download come iTunes, Beatport o Amazon hanno le proprie tariffe e, di solito, impostano il prezzo di tracce e uscite discografiche, in base alla politiche tutte loro. Il negozio prende la sua parte e invia il resto all'aggregatore (o distributore di musica) e una piccola parte alla società di gestione collettiva (ad esempio per le royalties meccaniche). Otterrai dal 50 al 70% circa del prezzo visualizzato nel negozio.

Quanto si guadagna dalle vendite di CD o vinili?

Questo è complicato. Se vendi il tuo CD o vinile autonomamente senza un'etichetta discografica o un distributore, guadagni dal prezzo a cui lo vendi. Se hai a che fare con un'etichetta discografica, otterrai un taglio più piccolo e l'etichetta discografica potrebbe avere un accordo con un distributore che abbassa la quota.

Artisti ed artiste di solito guadagnano 1,50-2,00 dollari per un CD venduto. Se hai a che fare con un'etichetta indipendente, potresti ottenere una fetta più grande della torta (5,00-7,00 dollari).

Quanto si guadagni da dal sync?

Ci sono così tante variabili che non possiamo davvero dare una cifra su questo, ma potresti facilmente concedere in licenza la tua musica per una serie Netflix e guadagnare circa 50.000 dollari.

Quanto si guadagna da un evento live?

A prescindere dal coinvolgimento o meno di un'agenzia di booking, riceverai una remunerazione economica dall'esibizione (per favore, non accettare mai l'offerta pay to play!). La ricompensa può essere molto bassa se fai parte di una piccola band in tournée nel Regno Unito ma può ammontare a 150-500 dollari se suoni in Europa o negli Stati Uniti. Questo vale per le piccole esibizioni; band più consolidate di solito iniziano a lavorare con un’agenzia nel momento in cui il loro pubblico si moltiplica insieme alle loro ricompense economiche.

Inoltre, riceverai i diritti d'autore per gli spettacoli pubblici.

Come vengono calcolate le royalties sulle esibizioni pubbliche? In alcuni paesi, per determinate esibizioni come i concerti, le royalties costituiscono una percentuale fissa delle entrate generate dalla venue durante un evento. Le quote raccolte vengono quindi divise tra i/le titolari dei diritti dei brani eseguiti, motivo per cui la venue o il/la promotore/promotrice dell'evento potrebbero chiederti una scaletta. In genere, la maggior parte del denaro nel "pool" da pagare proviene dall'addebito di una quota annuale alle venue in base a fattori chiave come capacità, posizione e guadagni. Questo vale anche per le stazioni radiofoniche e televisive, che pagano un canone generale in base alla loro quota di mercato, alle dimensioni del pubblico e alle entrate. Il denaro nel "pool" viene quindi diviso utilizzando una tecnica chiamata campionamento. Dal momento che non prevedere quali sono i piccoli locali che riproducono musica dai loro account personali, chiedono ad alcuni di questi locali cosa stanno riproducendo nel dettaglio e stimano quante persone vengono pagate in base a quei numeri. Quindi nella sfortunata situazione in cui la tua musica non venga inclusa in nessuno dei sondaggi a campione, finirai per guadagnare molto meno di quanto meriti effettivamente.

Quanto si guadagni da una trasmissione radiofonica?

Le agenzie PRS calcolano le royalties per ogni minuto di riproduzione alla radio. Hanno anche un controllore della frequenza radio per i loro membri. Condividere una media di guadagno è molto difficile in quanto sono coinvolti molti fattori, ma la Prescription Music PR ha pubblicato i guadagni generatori su alcune delle più grandi stazioni radio:

  • BBC Radio 1: 13.63 sterline per minuto
  • BBC Radio 2: 24.27 sterline per minuto
  • BBC 6 Music: 5.25 sterline per minuto

Per saperne di più, consulta il nostro paragrafo in alto su come vengono calcolate le royalties sulle prestazioni pubbliche.

Conclusione

C'è molto da capire e molto da fare, ma più in generale, assicurati sia di firmare buoni accordi con i tuoi partner - etichetta discografica, un editore o un’editrice, o anche un'agenzia di sincronizzazione - sia di registrarti a una delle società di gestione collettiva per riscuotere i tuoi meritati guadagni.

Condividi questa guida su
Newsletter iMusician

Tutto ciò che ti serve.
In un solo posto.

I nostri consigli per avere successo nel mondo della musica, offerte speciali e le ultime novità da parte di iMusician direttamente nella tua casella di posta! Tutto ciò di cui hai bisogno per coltivare la tua carriera musicale.

Loading...