Skip to main content
iMusician logo
Tutte le guide

Come costruire la tua brand identity da artista

Guida Come costruire la tua brand identity da artista

Fare e distribuire musica oggi significa molto più di pubblicare un album per una major ed essere passati per radio. Come musicista indipendente, oggi sei tu a decidere quando e quanto spesso pubblicare su quali piattaforme, e molto altro ancora. Devi anche crearti una narrazione, raccontare da dove vieni e chi sei.

Inoltre, oggi anche i tuoi ascoltatori hanno molto più potere rispetto a prima. Invece di essere passivamente alimentati dalle major, i consumatori possono cercarsi da soli nuova musica e creare le proprie playlist con molta più facilità. Ma questo significa diventare imprenditore di te stesso e assicurarti che tutti riescano a trovare la tua musica.

Se da una parte questo ti conferisce molta più libertà, dall'altra fare da soli significa fare proprio tutto. Sei tu a decidere come venderti, ma questo significa anche che sei tu a dover fare tutto il duro lavoro. E parte di questo duro lavoro di promozione significa innanzitutto imparare a costruire il proprio brand.

Etichette e artisti più grandi con budget più sostanziosi possono permettersi agenzie che si occupano delle pubbliche relazioni, mentre tu devi fare tutto da solo. Fortunatamente piattaforme come iMusician possono aiutarti per quanto riguarda il marketing digitale, così che tu possa concentrare la maggior parte delle energie creative nella tua musica.

Magari questo potrebbe sembrarti uno svantaggio, ma in verità è proprio tutto il contrario! Adesso non c’è più bisogno di passaggi in radio per raggiungere un pubblico, infatti hai la possibilità di raggiungere più orecchie in più posti e su più piattaforme. E potrai farlo in modo da non compromettere i tuoi ideali, perché le persone capiscono quando sei sincero. Infatti, un marketing musicale efficace significa anche restare coerenti con la propria identità e conservare la propria integrità artistica.

Per aiutarti a cominciare, abbiamo scritto questa guida su come trovare la tua nicchia, creare la tua immagine pubblica e costruire il tuo brand. Cosa aspetti, dacci dentro!

Identifica il tuo pubblico e trova la tua nicchia

Identifica il tuo pubblico e trova la tua nicchia

Che genere fai?

Prima di fare qualsiasi altra cosa, cerca di capire esattamente che musica fai e che tipo di pubblico stai cercando di raggiungere.

Il primo passo potrebbe essere proprio quello di definire che tipo di musica fai. Nonostante sia fico sfuggire a generi predefiniti e mantenere un proprio stile personale, mettere un’etichetta sulla tua musica aiuterà le persone a trovarla e comprenderla. Esistono tantissimi generi e sottogeneri, quindi parti dal più grande per arrivare poi al più piccolo.

Comincia col capire in generale che tipo di musica fai e, una volta concentratoti su questo, restringi il campo a un tipo di musica più specifico. O magari sei un musicista multi-genere, bene così! Tuttavia, non provare a fare qualsiasi cosa, cerca di capire cos’è che rende unica la tua musica o prendi in considerazione l'idea di inventarti una tua etichetta ibrida.

Esercizio: creare una nuvola di parole

Cloud Genre Rock Music Alternative Electro

Se non riesci proprio a classificare la tua musica, allora prova a creare una nuvola di parole con al centro il tuo genere principale scritto in grande e in grassetto e tutto intorno gli altri stili interconnessi con cui ti piace cimentarti. Questo potrebbe sembrarti un semplice esercizio mentale, ma in seguito ti tornerà utile per aiutarti a capire chi sono i tuoi fan.

Ed è per questo che, dopo aver identificato il tuo suono, è il momento di passare al tuo pubblico di riferimento. Questo significa capire che musica ascoltano i tuoi fan e come la scoprono.

Chi è il tuo pubblico di riferimento?

Non sei sicuro di quale sia il tuo pubblico? Comincia a cercare musica simile a quella che fai tu. Iscriviti alle newsletter, metti tra i preferiti siti di recensioni musicali e partecipa a forum in cui si parla di musica. Se ci sono riviste o siti web che trattano musica nuova, scopri cosa stanno cercando, dove lo trovano e se magari rientri nei loro gusti.

Allo stesso tempo, non strafare e mantieniti coi piedi per terra. Non puoi fare qualunque cosa e comunque non deve interessarti fare qualunque cosa. Chi vive in Sud-America di sicuro non sarà interessato al tuo prossimo tour francese, così come sarà inutile pubblicizzare il tuo album hip-hop in una rivista punk-rock.

Se pubblichi musica già da un po’ e sai già chi sono i tuoi fan e dove trovarli, è arrivato il momento di approfondire. Scopri gli strumenti di analisi a tua disposizione e usali. Potrai sapere chi sono i tuoi ascoltatori e da dove ti ascoltano, ma anche il numero di follower, preferiti, stream e salvataggi, oltre a su quali siti e social media si parla di te. Utilizza queste informazioni per capire meglio le persone che ascoltano la tua musica e interagisci con loro sulle piattaforme che frequentano di più.

Il tipo di dati a cui puoi avere accesso varia da piattaforma a piattaforma, e puoi anche scoprire con quali termini di ricerca e su quali canali i tuoi fan hanno scoperto la tua musica. Se hai già caricato la tua musica su Spotify e Deezer, puoi usare i loro strumenti di analisi per sapere tutto quello che hai bisogno di sapere. Comprendere i tuoi dati significa comprendere i tuoi fan.

Branding Artist Spotify Analytics

Dopo aver capito chi sono i tuoi fan e dove passano il loro tempo, sforzati di instaurare una relazione significativa con loro. Non ha senso spendere tutte le tue energie cercando di costruirsi una fanbase quando ne hai già una che non vede l’ora di avere sempre più musica da te. Quindi presta attenzione al tuo fedele pubblico e interagisci con loro in modo significativo, potresti restare sorpreso dai passi avanti che puoi fare. Come dice il proverbio, "Chi cerca, trova".

Confeziona la tua storia e condividila

Proprio come le storie hanno un colpo di scena che lascia a bocca aperta e le nuove aziende una presentazione preparata proprio per stupire, scopri cosa ti rende unico e parti da lì. Potrebbe essere qualsiasi cosa, da come sei arrivato alla musica o quali ostacoli hai dovuto superare per arrivare dove sei.

Cerca di concentrarti su qualcosa da cui scaturiscono altre domande e suscita la curiosità delle persone. E se hai già scritto e pubblicato della musica, pensa a come può rientrare nella tua narrazione. Dopotutto, stai già raccontando storie con le tue canzoni.

Come scrivere una biografia

Write a Bio pencil hand

Se non hai già una biografia, scriverne una può essere un ottimo punto di partenza. Non solo questa può diventare il pezzo forte del tuo press kit elettronico o delle tue presentazioni, ma una biografia può anche aiutarti a vedere te e la tua storia in un modo nuovo. Tieni comunque ben presente che il pubblico non è interessato a fatti e cifre, ma piuttosto vuole una storia in cui immedesimarsi e da cui sentirsi ispirato. Pensa al chi, il cosa, il quando, il dove e il come delle cose.

Puoi parlare di dove sei cresciuto o di dove vivi ora, come sei arrivato alla musica, che suono ha la tua musica, eventuali punti salienti della tua carriera e quali sono i tuoi prossimi piani. Cerca di essere il più specifico possibile e non aver paura di aggiungere qualcosa di “bizzarro”.

Per esempio, "Sign O’ the Times "di Prince è stata la colonna sonora della tua infanzia? Hai visto Bruce Springsteen dal vivo e hai capito che dovevi diventare proprio come il Boss? O forse sei cresciuto guardando MTV e VH1, o magari cantando nel coro della chiesa, ed è stato proprio questo ad accendere il fuoco sacro della musica dentro di te. Qualunque cosa sia, prova a capire quale sia l’artista o la cosa che ha segnato il punto di svolta che ti ha portato a decidere che la musica sarebbe stata il tuo destino e racconta questa storia.

Quote from artist DLJ and Retro Jungle

L'artista francese DLJ che fa lo-fi hip-hop ha raccontato e condiviso come è arrivato lì dove si trova oggi. Sebbene sia cresciuto suonando il pianoforte classico, i suoi studi di musica all'università lo hanno introdotto in un mondo sonoro completamente nuovo. Proprio come racconta lui stesso, “Ho sperimentato diversi stili di produzione, hip hop, synthwave, house. Mi sono appassionato all’hip hop e al boom bap e ho scoperto a poco a poco il mondo del 'lo-fi', tutte queste tracce campionate da vinile, passate attraverso campionatori come l'SP404 o prodotte con un MPC 2000XL...". Questo viaggio attraverso i generi e la fusione di diversi suoni è parte di quello che rende la storia di DLJ ancora più speciale.

Come scrivere una dichiarazione d’artista

Finito di scrivere la tua biografia, passa avanti e fai una dichiarazione d’artista. Qui si tratta di mettere da parte chi sta scrivendo la musica e parlare più dell'arte che stai creando. C'è una certa estetica che speri di catturare o uno stato d'animo che vuoi che le persone associno alla tua musica? Qual è l’obiettivo che vuoi realizzare con la tua musica?

Magari scrivi delle canzoni filosofiche attraverso le quali vuoi ispirare le persone a riflettere più profondamente sulla società. O magari il tuo scopo è aiutare le persone a prendersi una pausa dai problemi e semplicemente divertirsi. Potrebbe anche essere che le persone ti stanno fraintendendo e allora vuoi mettere le cose in chiaro. La tua dichiarazione d'artista è la tua dichiarazione d'intenti e questa è la tua occasione per far sapere al mondo che cosa vuoi fare.

Nel frattempo, se hai un nuovo singolo in uscita su cui stai cercando di attirare l'attenzione, vai al di là della canzone e concentrati sulla sua storia. Potresti parlare del processo stesso di composizione della canzone (cosa l’ha ispirata, come l'hai messa insieme, con chi hai collaborato e come l'hai registrata), ma anche di ciò di cui parla la canzone dal punto di vista testuale o emotivo. È una canzone che racconta una storia? Cattura un momento preciso nel tempo? Quale stato d'animo speri di evocare, o quale messaggio vuoi esprimere? Il modo in cui proponi una canzone servirà anche a dire ai curatori di playlist perché dovrebbero prestare più attenzione a te.

Come costruire la tua identità visiva

Dopo aver stabilito chi sei, è il momento di dotarsi di un’identità visiva coerente. È vero che non si dovrebbe giudicare un libro, o un album del resto, dalla copertina. Ma è vero anche che hai bisogno di qualcosa di visivo per trovare un punto di contatto con ascoltatori potenziali perché questi ti giudicheranno anche dal tuo artwork.

Un brand personale è importante perché in questo modo cerchi di dire agli ascoltatori chi sei e in base a come ti presenti loro creeranno un legame con te o si faranno un’idea, spesso anche prima di averti ascoltato.

Come realizzare un buon design

Quindi pensa a come vuoi presentarti al mondo. Non si tratta solo di determinare come realizzare un buon design, ma anche che tipo di design si adatta meglio al tuo potenziale mercato. C'è uno stile artistico rappresentativo della musica che fai? Ci sono dei colori precisi, o un carattere particolare che si adatta bene al tuo genere o che in qualche modo comunica qualcosa di te? Ha senso avere foto di te o della tua band, o meglio qualcosa di più astratto? Rifletti sul fatto se vuoi essere tu a creare tutto, o se sia meglio assumere un fotografo o un grafico o anche una combinazione dei due.

Naviga in siti creativi come Behance o Dribbble, lì dove grafici e artisti mostrano le proprie opere. Segui quelle pagine Instagram che si rifanno a un’estetica che apprezzi particolarmente. Questo può essere utile soprattutto se non hai le idee chiare: se passi un po’ di tempo a navigare e immergerti in pagine artistiche, prima o poi finirai nell’imbatterti in qualcosa che ti piace. Se poi hai voglia di fare qualche ricerca sul campo, entra nel negozio di dischi locale e comincia a scavare tra i vinili o dai un'occhiata alle locandine dei prossimi concerti, magari c’è qualcosa che attira la tua attenzione o ti ispira.

Lo-Fi Music Women with cassette

Spesso i generi, e in particolare i sottogeneri, sono molto caratterizzati dal punto di vista visivo. Ad esempio, gli artisti lo-fi house amano utilizzare immagini e video vintage che sembrano uscire direttamente da album di famiglia, mentre per la musica elettronica più sperimentale troviamo immagini più astratte. Poi c’è il pop più classico che si avvale di fotografie di alto livello. Le persone che ascoltano un determinato genere e che conosco bene il "design" di quel genere ne sono attratte e identificarsi con esso è un modo per dimostrare la loro fedeltà. Ovviamente, puoi anche crearti un tuo stile visivo personale, l’importante è che sia coerente e vada bene con la musica che fai.

Dopo aver ristretto il campo e trovato uno stile preciso, pensa a come puoi applicarlo in modo che tutto ciò che è visivamente associato al tuo nome abbia una certa coerenza di fondo. La copertina del tuo album è importante, ma ci sono anche altre cose (poster, adesivi, vestiti) a cui pensare, e naturalmente c’è anche il modo in cui ti presenterai sui social media. Strumenti come Canva e SparkAdobe possono aiutarti a creare più risorse visive, salvare template specifici e utilizzare e riutilizzare facilmente contenuti già pronti.

Come creare un press kit elettronico (EPK)

Allora: hai la tua musica, la tua biografia, la tua dichiarazione d’artista, e hai pure le tue grafiche. Step successivo: press kit elettronico. Il tuo EPK (electronic press kit) praticamente è il tuo curriculum artistico, e dentro c’è tutto ciò che le persone hanno bisogno di sapere su di te e sulla tua musica. Proprio come per un normale CV, un EPK contiene tutte le informazioni che i potenziali datori di lavoro devono avere per assumerti: il tuo EPK dice a giornalisti, promoter, etichette, supervisori musicali e chiunque altro sia interessato, chi sei, cosa hai fatto e cosa puoi offrire.

Nel tuo EPK dovrebbe esserci la tua biografia, la tua dichiarazione d’artista, foto, video, copertina dell’album, il tuo ultimo singolo o alcune canzoni dal tuo album, rassegna stampa, i collegamenti ai social media e i tuoi contatti. Se sei un artista più affermato, potresti anche includere un calendario dei tuoi prossimi concerti o il tuo rider tecnico.

Create an EPK cassette vinyl branding

Naturalmente il modo migliore per condividere il tuo EPK è renderlo accessibile dal tuo sito web.

Crea il tuo sito web

La creazione di un sito web professionale è una parte fondamentale del content marketing. Un sito web è come la tua casa sul web, o una specie di quartier generale. Avere tutte le tue informazioni in un unico luogo facilmente accessibile è una delle cose migliori che puoi fare per quanto riguarda il marketing di te stesso, ed è anche il posto migliore dove mettere il tuo EPK in modo che sia facilmente scaricabile da tutti.

Crea il tuo Artist Hub

Se un sito web ti sembra richiedere troppo tempo, denaro o fatica, puoi sempre optare per una soluzione semplificata. Ad esempio qui ad iMusician abbiamo creato Artist Hub, uno strumento promozionale che ha tutto ciò che i fan, gli influencer e la stampa hanno bisogno di scoprire su di te e le tue uscite. Chiunque lo visiti ha accesso a tutto ciò che deve sapere su di te e dove trovare la tua musica, il tutto in un unico posto. Naturalmente, Artist Hub è progettato per essere accessibile al meglio su ogni dispositivo.

Artist Hub può anche essere aggiornato e personalizzato con facilità. Ogni volta che pubblichi qualcosa, aggiorna semplicemente ciò che vuoi (biografia, foto, link streaming, prossimi concerti e altro). Il processo è semplice e diretto e non dovrai perdere tempo a capire cose come CSS e HTML per un buon prodotto pulito. Il focus è su di te e la tua musica, ed è sempre tutto aggiornato.

Utilizzare un website builder

Naturalmente, se hai qualche esperienza nella creazione di siti web e desideri dedicare un po' più di tempo alla personalizzazione di aspetto e contenuti del tuo sito, puoi provare qualche website builder. Siti come Wix, Squarespace, Weebly e WordPress offrono varie soluzioni gratuite o a pagamento a seconda del numero di pagine, dell'URL, della quantità di spazio che ti serve e altro ancora. Questi siti offrono anche un’ampia varietà di template da utilizzare per personalizzare facilmente l'aspetto del tuo sito.

Tra le cose da tener presente: la possibilità di collegare o incorporare facilmente musica, feed dei social media, date del tour, un negozio, informazioni di contatto e qualsiasi altra cosa a cui i tuoi fan vogliono accedere senza troppi sforzi o clic.

Crea una mailing list

Un'altra cosa piuttosto sottovalutata e spesso trascurata di un sito web è la mailing list. Sebbene i social media offrano un accesso diretto ai tuoi fan, non tutti riescono a vedere tutto e spesso risulta difficile attirare l’attenzione di tutti sulle piattaforme social. Ma iscriversi a una mailing list significa che i tuoi fan si sono registrati intenzionalmente per avere tue notizie e non si lasceranno sfuggire una mail spedita da te. E nonostante l'ubiquità che i social media hanno nelle nostre vite, la posta elettronica è ancora il modo migliore per raggiungere direttamente i tuoi fan.

Per creare una mailing list, comincia a spargere la voce! Chiedi ai tuoi amici e familiari se puoi aggiungerli. Pubblica sui vari social ricordando a tutti che hai una mailing list, e lascia un link per registrarsi facilmente. Magari non tutti sono propensi a lasciarti il ​​loro indirizzo email, allora dai loro un buon motivo, ad esempio l'accesso a un video o a una canzone inediti se si registrano.

newsletter tips confident spam regulary story

Suggerimenti per la newsletter:

  • Si tratta dei tuoi fan. Adorano la tua musica. Perciò non lasciarti intimidire e non sentirti imbarazzato a inviare loro una mail.
  • Detto questo, a nessuno piace lo spam. Quindi assicurati di condividere solo i contenuti che i tuoi fan vogliono ricevere.
  • La gente ama la regolarità. Quindi pensa a un invio mensile piuttosto che inviare mail ogni volta che vuoi che i tuoi fan facciano qualcosa.
  • Ovviamente vorrai condividere un’uscita o un concerto imminente, ma condividi anche se stai creando o registrando qualcosa! Cosa stai ascoltando? Scatti foto delle tue sessioni in studio? Condividi tutto!

Ottimizza le tue risorse

Adesso che sei presente su più piattaforme, condividi tutto su tutte. Questo non solo ti semplificherà le cose, ma renderà il tuo brand coerente. Se i fan trovano le stesse immagini e grafiche su tutte le tue piattaforme, allora si ricorderanno del modo in cui ti presenti. Ultimo ma non ultimo, se sei coerente nel modo in cui ti presenti, le persone avranno più fiducia in te.

Pronti, partenza, via!

Determinare la tua identità e brand e costruirli è un primo passo essenziale per avere successo come artista. Questo perché le persone sono attratte sia dallo stile che dalla sostanza e quindi, sebbene si stia parlando di musica, ciò non significa che non puoi (e non dovresti) avere un'estetica forte associata al tuo suono. Essere coerenti nel modo in cui ti mostri al mondo dimostra ai tuoi fan che sei sincero.

Se hai seguito tutti gli step precedenti di sicuro sei sulla buona strada per costruire il tuo brand, ma il passo successivo è venire riconosciuti in quanto brand: non appena le persone vedono il tuo nome, sanno già cosa aspettarsi. Per arrivare a questo, devi concentrarti sulla cosa principale: la musica. Se hai preparato tutto e sei pronto a partire, allora è arrivato il momento di leggere la nostra guida su Come promuovere la tua musica.

Condividi questa guida su
Newsletter iMusician

Resta aggiornato

Rimani aggiornato su tutte le ultime notizie, tendenze, consigli, trucchi sul mondo della musica. Tutto ciò di cui hai bisogno per far crescere la tua carriera musicale direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Loading...